By Roberto Robuffo on Giovedì, 16 Agosto 2018
Category: Digitalypainter

SEO Posizionamento sui motori di ricerca del proprio sito internet

Da quando gli utenti hanno iniziato ad utilizzare internet per ogni tipo di ricerca, per poter trovare ciò di cui hanno bisogno, si è reso necessario studiare nuovi metodi per riuscire a posizionare le proprie pagine nei primi risultati in Google.

Per acquisire visibilità è opportuno ottimizzare codice e contenuti in modo da renderli appetibili ai motori di ricerca. 

Cosa può fare un consulente SEO? Diciamo subito che questo è un lavoro lungo, almeno 12 mesi per averi buoni risultati. Dipende anche dal tipo di sito e dai competitor con i quali appunto confrontarsi.

I passi da seguire per ottimizzare un sito internet

 Quando un cliente richiede un'ottimizzazione del sito in ottica SEO è necessario fare una revisione approfondita del sito internet esistente:

Queste sono alcune delle fasi per un'ottimizzazione on site di un sito internet ed in certi casi possono bastare ad ottenere un buon posizionamento in Google ​​per alcune categorie che non necessitano di link building e sponsorizzazioni.

La Digitalypainter provvede a fornire al cliente tutti i dati per una valutazione della posizione. 

Tecniche SEO la struttura del testo 

Ricerca delle parole chiave

La prima cosa da fare è individuare le parole chiave giuste per il sito preso in esame, grazie alle quali farsi trovare nelle prime posizioni di Google.

Mettersi nei panni di chi cerca. Cosa digiterei per trovare questa pagina? Quali termini utilizzare? La Digitalypainter ti aiuta a capire quali sono le parole chiave più adatte al tuo business online grazie all'utilizzo di strumenti professionali.

I valori da prendere in considerazione sono il volume medio mensile di ricerca e la difficoltà di posizionamento data dai competitor già presenti. Una volta analizzati questi dati si inizia a scegliere le keyword più adatte.

Il titolo della pagina 

​Avete presente la riga blu cliccabile che trovate nei risultati in Google, bene quello è il famoso titolo della pagina, importantissimo per richiamare l'attenzione dell'utente ed invogliare a cliccare per visitare la pagina.

Quindi particolare attenzione va data alla creazione di titoli che devono sì avere una parola chiave ma anche senso! 

L'importanza dei tag H 

I tag H indicano il titolo in una parte del testo e grazie all'attribuzione di un numero da 1 a 6 si conferisce l'importanza (H1 titolo principale fino ad arrivare ad H6).

​Importante è indicare solo un titolo H1 per pagina e non di più. Altro consiglio non creare H1 uguali a tag title della pagina.

I titoli devono essere efficaci e contenere parole chiave inerenti la pagina (senza esagerare) dato che ormai la frequenza delle keyword non è più un fattore preponderante per il posizionamento del sito. Meglio presentare un contenuto di qualità dove un utente si sofferma per interesse. Diciamo che la gestione dei tag H risulta a volte di fondamentale importanza per il posizionamento di pagine all'interno delle serpentine di Google. Un'operazione semplice ma di grande impatto.

Scrittura del testo 

In base alle parole chiave scelte e da sviluppare si andrà a costruire il testo, tenendo conto dei vari paragrafi, titoli H2 H3, link interni ecc. Evidenziare le parti del testo che necessitano di attenzione attraverso il tag <strong>.

Scrivere in ottica SEO si concretizza con la creazione di contenuti utili e di valore, che grazie all'utilizzo di parole chiave (keywords) aiutano il sito ad essere trovato sui motori di ricerca dall'utente che appunto digita quelle parole. I testi devono per lo più considerarsi risposte a domande fatte da chi fa ricerche su Google. 

Leave Comments